Ricordo di Massimo Rosselli, medico e amico

Massimo RosselliMassimo Rosselli ci ha lasciato inaspettatamente nel mattino del 26 dicembre scorso.
Uomo generoso e sincero, medico, psichiatra e psicoterapeuta di grande garbo e competenza, è stato amico oltre che maestro di molti colleghi.
Allievo di Roberto Assagioli, da cui poi avrebbe ereditato l’insegnamento e l’attività della corrente psicologica chiamata Psicosintesi nell’istituto di via San Domenico a Firenze, è stato persona centrale di riferimento nella Psicosintesi stessa e nella Medicina Psicosomatica italiana e internazionale. Con alcuni di noi, nei primi anni ’80, ha dato inizio all’Istituto di Formazione Psicosomatica di Firenze, di cui è stato Presidente, che in stretta collaborazione con la Sezione Toscana della SIMP (Società Italiana di Medicina Psicosomatica), della quale è stato Vicepresidente Nazionale, ha promosso e realizzato importanti eventi formativi orientati a sostenere e ottimizzare la relazione d’aiuto tra pazienti e operatori sanitari e a sviluppare la metodologia formativa dei gruppi Balint in Toscana e in Italia.
Autore di numerosi saggi e pubblicazioni, è stato docente all’Università degli Studi di Firenze e nella Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicosintetica della SIPT (Società Italiana di Psicosintesi Terapeutica), di cui è stato Presidente per vari mandati. È stato Presidente della European Federation for Psychosynthesis Psychotherapy, da lui fondata.
Dobbiamo aggiungere che durante la sua vita Massimo è stato sempre protagonista e maestro come clinico, educatore e ricercatore nelle situazioni operative dove la medicina si incontra e si deve armonizzare con la psicologia e la spiritualità, nel rispetto delle dimensioni della persona umana.
Sono questi il messaggio e l’insegnamento che ora ci lascia e che siamo tenuti a portare avanti e ampliare.
Alla moglie Susi e al figlio Matteo che come medico sta seguendo il cammino del padre, alle nipoti e alla famiglia tutta vanno le nostre condoglianze e il nostro affetto.
Allaman Allamani, Grazia Chiarini, Alberto Cossidente, Rodolfo De Bernart, Piernicola Marasco,
Pietro Mario Martellucci, Loretta Polenzani, Mario Giovanni Santini, Antonio Suman
amici e colleghi dell’Istituto di Formazione Psicosomatica di Firenze “Massimo Rosselli”

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.