Casa della Salute di Montespertoli

PIERO PIAZZINI, laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Firenze, Specializzato in Cardiologia presso l’Università degli Studi di Siena, svolge attività di MMG convenzionato con il SSN avendo aderito alla Medicina di gruppo fin dalla loro prima costituzione, Coordinatore di AFT n. 3 Castelfiorentino-Montespertoli. Coordinatore Clinico della Casa della Salute di Montespertoli.

Riflessioni del Coordinatore clinico della CdS di Montespertoli, luogo pubblico nel quale vengono erogate prestazioni socio-sanitarie ed amministrative in un clima disteso e collaborativo per aver cura dei pazienti; in tale sistema integrato il medico di medicina generale supera l’isolamento professionale ed avvalendosi della collaborazione degli altri attori presenti e del supporto informatico può gestire al meglio la “medicina della calma”.

 

Parole chiave: Casa della Salute, cure primarie, medicina di iniziativa, attività infermieristica, integrazione


Piero PiazziniEsercitare la professione di medico di medicina generale sul territorio significa aver cura dei pazienti.
Significa dare al paziente un riferimento chiaro per i suoi bisogni di salute, per far sì che da questa intesa sia possibile assisterlo nei percorsi di cura ed in tutte le fragilità che eventualmente possano presentarsi.
È quindi indispensabile essere medici dotati di indiscussa onestà professionale, preparati, formati e soprattutto in grado di saper migliorare il proprio lavoro avvalendosi della collaborazione delle figure professionali presenti sul Territorio, interfacciandosi con loro.
Dal 1 giugno 2016 sono Coordinatore clinico della CdS di Montespertoli, situata nei locali dell’ex Distretto socio-sanitario, in un luogo logisticamente ben situato, facilmente raggiungibile dagli utenti.
La CdS di Montespertoli è un luogo pubblico strutturato come un sistema integrato di servizi volti alla cura della collettività e dei singoli pazienti, dove di fatto possiamo aver cura delle persone per molti dei loro bisogni.
Nella CdS di Montespertoli c’è un contenuto di uomini della salute e di personale amministrativo, che agiscono in un clima disteso con spirito collaborativo necessario per svolgere al meglio il proprio lavoro di “aiuto”.
Per garantire ed erogare i servizi socio-sanitari agli assistiti o comunque a coloro che accedono ai servizi sanitari, il “contenuto” della Casa della Salute è formato da: quattro medici di medicina generale che assistono un pool di circa 4700 pazienti, garantendo una apertura degli ambulatori in sede per 7 ore al giorno dal lunedì al venerdì; l’accesso alle prestazioni ambulatoriali avviene su appuntamento per 2 dei 4 medici ed il paziente può prenotare la visita tramite prenotazione telefonica al Call center o tramite TuPassi (prenotazione via internet) o accedendo direttamente al personale di segreteria; i medici di medicina generale sono in grado di assicurare la continuità dell’assistenza grazie alla condivisione dei dati clinici dell’assistito mediante software condiviso della gestione della cartella clinica; i medici di medicina generale erogano all’interno della Casa della salute anche le vaccinazioni antitetaniche oltre che antinfluenzale,­ anti-pneumococco ed anti-meningococco ed aderiscono al progetto di educazione alla salute con incontri con la popolazione su temi a scelta (p.e. farmaci equivalenti: un vantaggio per tutti); aderiscono al modulo di sanità di iniziativa.
Tre infermieri dell’Azienda che si occupano dell’ attività istituzionale ambulatoriale e domiciliare collaborano con i medici di medicina generale per il Modulo di Sanità di iniziativa con atteggiamento proattivo nei confronti dei malati cronici che, nel caso specifico, comprende la gestione dei pazienti affetti da Diabete Mellito NID, Scompenso cardiaco, BPCO; in particolare possiamo oggettivamente considerare che l’integrazione tra i medici di medicina generale operanti all’interno della Casa della Salute ed il personale infermieristico ha determinato una buona efficacia nel “circondare” il paziente per motivarlo alla più alta consapevolezza del suo stato di salute, alla aderenza alla terapia ed al corretto stile di vita con miglioramento degli indicatori e degli obiettivi di salute.
In particolare, la gestione del CCM si avvale della telemedicina per l’interpretazione e refertazione dell’ECG di base praticato ai pazienti e se necessario delle competenze specialistiche dei medici di medicina generale, operanti nella CdS stessa.
Gli stessi infermieri dell’Azienda erogano all’interno della Casa della Salute il servizio dei prelievi: i prelievi ambulatoriali sono organizzati su appuntamento prenotabile direttamente all’ interno della Casa della Salute con il TOTEM o tramite il TuPassi (via internet); la risposta dei prelievi è scaricabile direttamente dal medico sulla cartella informatizzata, con indiscutibili vantaggi in odine di tempo ed affidabilità; più gravosa l’effettuazione dei prelievi a domicilio per i pazienti impossibilitati a raggiungere la Casa della salute: un vantaggio sulla efficienza viene dato dalla possibilità di trattare con farmaci anticoagulanti diretti i pazienti domiciliari in TAO con TTR < 60%.
All’interno della CdS di Montespertoli le funzioni di accoglienza (appuntamenti e gestione della sala di aspetto), di assistenza alla attività dei prelievi e le funzioni amministrative sono svolte da personale amministrativo dell’Azienda USL Toscana Centro che garantisce un servizio di 46 ore settimanali compresa l’attività di call-center con una organizzazione dell’orario condivisa con il Coordinatore clinico.
 Vengono erogate inoltre attività di screening (colon retto e PAP test ed HPV), presa in carico professionale, servizio sociale, punto informativo e punto insieme di primo livello, ed attività di consultorio di primo livello.
Nella sede della CdS di Montespertoli svolgono la loro attività anche due pediatri di libera scelta, i medici della continuità assistenziale secondo l’orario di loro competenza e la fisioterapista esperta nella riabilitazione delle conseguenze di malattie neurologiche od ortopediche-traumatologiche.
Valutando i risultati in definitiva posso assolutamente considerare la CdS di Montespertoli non un “condominio della salute”, ma un luogo pubblico di accoglienza e di integrazione e di lavoro di squadra dove, con assoluta consapevolezza, i medici di medicina generale e gli infermieri, forti delle loro conoscenze e della loro collaborazione-complementarietà, gestiscono con buoni risultati la “medicina della calma” dove la relazione e l’empatia possono aiutare tutti gli attori e soprattutto i pazienti di un Territorio davvero con la T maiuscola.
Spero personalmente di riuscire a far sì che in futuro essa sia sempre più aperta al Territorio (popolazione) con maggiore comunicazione anche con gli attori della “medicina dell’urgenza” e della competenza specialistica ed ultra-specialistica, per poter garantire un continuum di prestazioni sociosanitarie utili a garantire anni di vita vissuta bene a tutti noi.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.