Per vincere bisogna dare il sangue

Simona Carli

Direttore Centro Regionale Sangue – Regione Toscana

Servizio Sanitario della Toscana“Per vincere bisogna dare il sangue” è una espressione tipica del mondo dello sport e vuole esprimere nella sua sinteticità la necessità di un forte impegno per raggiungere obiettivi sfidanti ed impegnativi e proprio per questo è lo slogan più adatto ad esprimere la volontà e la determinazione della Regione Toscana, dei medici e degli operatori tutti dei Servizi trasfusionali, delle Associazioni di volontariato della donazione del sangue nel vincere la sfida della autosufficienza di sangue e plasma in Toscana.
La nuova campagna di promozione della donazione di sangue, plasma e piastrine realizzata dalla Regione Toscana è basata sullo sport, sullo spirito di squadra, sulla freschezza e allegria del messaggio veicolato da grandi campioni, ma mette al centro della scena il donatore di sangue che assume lui il ruolo di protagonista.
Gli sport che fanno da sfondo alla campagna sono tutti sport di squadra e la scelta è stata quanto mai appropriata proprio per sottolineare che anche in sanità e a maggior ragione nel settore trasfusionale si vince se abbiamo un team valido, se abbiamo una strategia e se abbiamo degli obiettivi precisi.
Il sangue ed il plasma sono risorse indispensabili per i nostri Ospedali al fine di assicurare cure efficaci ed appropriate ai pazienti ricoverati negli Ospedali toscani, sia per attività di eccellenza come i trapianti o grandi interventi chirurgici, ma il bisogno di sangue aumenta all’aumentare delle patologie croniche e come supporto sempre più importante nelle cure oncologiche permettendo trattamenti chemioterapici efficaci.

sangueLo scopo del Sistema trasfusionale toscano è quello di garantire l’autosufficienza regionale e nazionale, obiettivo questo mobile, legato sia al numero di donazioni, ma anche al buon uso del sangue. Per garantire l’autosufficienza è indispensabile una stretta sinergia tra tutte le componenti coinvolte nel processo di donazione per “ donare quello che serve quando serve”.
La Regione Toscana ha sempre mantenuto alti livelli dell’indice di donazione, ma si assiste ad un lieve calo: nel 2014, su una popolazione di 2.311.120 persone tra 18 e 65 anni, ci sono state in totale 231.775 donazioni, con un indice di donazione (numero di donazioni per 1.000 abitanti nella fascia di età 18- 65 anni) di 100, nel 2015 questo indice è sceso a 98.
Il raffronto tra 2015 e 2016 è possibile ovviamente solo per il primo quadrimestre, e mostra una diminuzione del 1,23%.
Questo indice, seppur alto, mostra notevoli variazioni (74-127) all’interno delle varie zone della Regione mostrando una necessità di ottimizzazione sia dell’attività delle Associazioni di Volontariato alle quali è affidato il compito di promozione e sensibilizzazione che dei servizi trasfusionali con attività sempre più “a misura di donatore”.
Con il miglior uso del sangue nei nostri Ospedali anche attraverso l’implementazione del PBM (Patient Blood Management) si mira ad ottenere un uso più appropriato di questa risorsa preziosa e limitata frenando la sempre maggior richiesta.
Altra donazione fondamentale per il sistema sanitario è quella di plasma che, avviato alla lavorazione industriale produce farmaci in alcuni casi salvavita; nel 2014 la Regione Toscana ha raccolto circa 70.000 Kg. di plasma, questo tipo di donazione che impegna in misura minore il donatore, si può effettuare con maggiore frequenza temporale ed è ottimale per i donatori con gruppi sanguigni comuni.
Il sistema trasfusionale della Toscana opera ogni giorno grazie al prezioso supporto delle Associazioni di Volontariato della donazione del sangue e la Regione Toscana ritiene il volontariato una componente essenziale del sistema ed infatti tramite il Centro Regionale Sangue ed i Comitati di Coordinamento dei singoli Servizi trasfusionali coinvolge le Associazioni nelle fasi di programmazione e di verifica del Sistema trasfusionale regionale.
In Toscana sono attive le Associazioni con rappresentatività regionale AVIS, FRATRES, ANPAS e CRI alle quali si aggiungono altre Associazioni altrettanto importanti per il loro radicamento sul territorio.
Questi concetti sono da sempre alla base di tutte le iniziative promozionali della donazione portate avanti dalla Regione e dalle Associazioni ma c’era bisogno di trovare uno slogan ed un contesto capaci di veicolare in modo comprensibile questi concetti ed ecco allora la scelta del mondo dello sport da sempre simbolo di entusiasmo, partecipazione, impegno e determinazione nel conseguire obiettivi condivisi e di conseguenza l’utilizzazione di una delle frasi tipiche del mondo dello sport.

La nuova campagna vuole sottolineare con forza che la donazione è un gesto anonimo, gratuito, volontario e consapevole, che esprime grande generosità ed i toscani sono un popolo generoso, che finora ha donato molto, e che senza dubbio raccoglierà l’invito degli atleti.
Alle Associazioni è stato assegnato il compito non solo di portare sul territorio il messaggio degli atleti coinvolti come testimonial ma anche di aprire un dialogo proficuo e continuativo con il mondo dello sport ed in particolare con gli sport di squadra che meglio di altri simboleggiano la filosofia di lavoro in team che vuole essere il tema portante della campagna pubblicitaria.
Le Associazioni sono pertanto chiamate a giocare a fianco della Regione, a fianco del Centro Regionale Sangue e insieme ai trasfusionisti per andare oltre gli attuali 170.000 donatori volontari, anonimi, gratuiti e consapevoli, di sangue e plasma.
La campagna è iniziata lunedì 16 maggio, in tutta la Toscana, si avvale di un video di un minuto, che ha come protagonisti donatori e giocatori, e verrà trasmesso dalle tv. E poi pubblicità dinamica con pannelli su bus e tramvia, grandi poster in tutti i capoluoghi, pagine sui quotidiani, locandine, brochure. Sotto lo slogan “Per vincere bisogna dare il sangue”, poche righe spiegano che “in Toscana migliaia di persone vivono grazie alla donazione di plasma, sangue e piastrine” e che “la donazione è un gesto anonimo, volontario, gratuito e consapevole”.
La campagna è rivolta a tutti, ma vuole raggiungere in particolare i giovani, perché familiarizzino presto con la donazione e si abituino a considerarla un normale gesto di civiltà e generosità. Per questo la campagna sarà anche sui social network e su Google, oltre che sui siti delle squadre sportive. L’hashtag sarà #donareilsangue.
Il video e tutta la campagna si trovano sulle pagine del sito della Regione dedicate alla donazione. www.regione.toscana.it/donareilsangue

Grazie a tutti i donatori che con il loro gesto anonimo, gratuito, periodico e consapevole permettono alla sanità toscana di dare risposte certe, tempestive e di qualità a tutti i pazienti.

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.