Le case della salute

 Gavino Maciocco, Antonio Brambilla - Editote Carocci

Prosegue l’infaticabile attività pubblicistica di Gavino Maciocco che, insieme ad Antonio Brambilla, Responsabile dell’assistenza distrettuale della regione Emilia, pubblica, per l’editore Carocci, un interessante ed esaustivo testo dedicato alle “Case della Salute. Già nella presentazione, affidata all’ex. Ministro della Sanità Livia Turco, si individua il senso di questa fondamentale istituzione del Servizio Sanitario. Ormai il territorio deve essere affidato a presidi territoriali che, in analogia con i piccoli ospedali, garantiscono un’assistenza completa sanitaria e sociale in ogni distretto di competenza. Lo sviluppo delle teorie cliniche sulla cronicità, fondamentale la piramide di Wagner, e i dati demografici e nosologici, hanno segnato un cambiamento epocale della strutturazione dei bisogni, cui la sanità non può non rispondere adeguando le proprie strutture. Il libro, dopo una lunga ed esaustiva introduzione relativa al contesto nazionale ed internazionale, descrive le iniziative adottate fuori Italia e dedica la seconda parte alle esperienze emiliane e toscane. Infine, con grande completezza, Maciocco e Brambilla descrivono il funzionamento ed i risultati di quattro case della Salute emiliane e quattro toscane, quali paradigmi su cui costruire un completo sistema integrato di cure. Le criticità sono molte e complesse, dall’adesione dei cittadini alla formazione del personale, dalle problematiche strutturali alle difficoltà dell’informatizzazione ancora arretrata in Toscana. Tuttavia non si può non concordare con la strada indicata dagli autori di questo prezioso libretto: o la Sanità saprà costruire un sistema territoriale di risposte ai bisogni o rischia di fallire in una costosa ed irrazionale offerta specialistica. 

Antonio Panti

 

 

 

In Evidenza

Si informano i lettori di Toscana Medica che sarà di prossima pubblicazione un forum dal titolo “LA FRAGILITA’ OSSEA: UN PROBLEMA CHE POSSIAMO AFFRONTARE MEGLIO”. Si ringrazia la

lilly

per il proprio contributo non condizionante.

Invia un articolo

INVIA UN ARTICOLO

Scarica PDFSCARICA LA VERSIONE PDF DEI BOLLETTINI MENSILI

CERCA ARTICOLI

newsACCEDI AL NOTIZIARIO

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.