La vita viva

Antonio Panti

AA.VV, Edizioni Polistampa

PantiApprezziamo dunque lo sforzo di un gruppo di lavoro dell’Ospedale di Ponte a Niccheri nella ASL fiorentina che, insieme al Liceo Artistico Statale e all’Istituto per il Restauro di Palazzo Spinelli ha pensato di ornare e arricchire i diversi ambienti dell’Ospedale con scritte, murales, dipinti, che rendono questi ambienti, spesso freddi e scostanti invece vivi e accoglienti. Ne è nata una pubblicazione “La vita viva” edizione Polistampa, che è un vero inno alla vita, come ricorda nella sua introduzione il direttore generale Paolo Morello Marchese. Un libro quindi da leggere e su cui riflettere ma, più che altro, un’iniziativa da imitare. Nei nostri Ospedali super tecnologici l’arte ha ancora un ruolo importante, anche perché può stimolare alcuni pazienti a dar forma esterna ai loro pensieri e alle loro fantasie legate alla malattia, incoraggiando l’arte terapia. Come ci ricorda nella sua prefazione Alfredo Zuppiroli, è solo coll’integrazione tra l’arte e la scienza che possiamo davvero sapere qualcosa dell’essere umano.

 

In Evidenza

Si informano i lettori di Toscana Medica che sarà di prossima pubblicazione un forum dal titolo “LA FRAGILITA’ OSSEA: UN PROBLEMA CHE POSSIAMO AFFRONTARE MEGLIO”. Si ringrazia la

lilly

per il proprio contributo non condizionante.

Invia un articolo

INVIA UN ARTICOLO

Scarica PDFSCARICA LA VERSIONE PDF DEI BOLLETTINI MENSILI

CERCA ARTICOLI

newsACCEDI AL NOTIZIARIO

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.