Report U.N. per l’accesso alle medicine: pietra miliare o illusione?

Daniele Dionisio, Membro, European Parliament Working Group on Innovation, Access to Medicines and Poverty-Related Diseases.
Responsabile del Progetto Policies for Equitable Access to Health -PEAH http://www.peah.it/

Articolo originale:
http://www.internationalhealthpolicies.org/access-to-medicines-report-green-light-to-action/

daniele DionisioL’United Nations (U.N.) High Level Panel on Access to Medicines fu costituito nel novembre 2015 con il compito di esaminare proposte e raccomandare soluzioni per bilanciare in coerenza ed equità i giusti diritti degli inventori, la legislazione internazionale sui diritti umani, le regole del commercio e la salute pubblica nel contesto delle tecnologie per la salute.
Il tanto atteso report finale del Panel è stato finalmente licenziato lo scorso 14 settembre. Le sue fondate, molteplici raccomandazioni e richieste a tutte parti interessate ne fanno un testo di riferimento obbligato per quanti chiamati a decisioni critiche per l’accesso equo delle popolazioni del pianeta alle cure e all’assistenza. In effetti, l’accesso alle medicine non è problema dei soli paesi poveri se è vero che gli alti prezzi dei farmaci stanno ‘azzoppando’ i sistemi sanitari in tutto il mondo.
Di seguito una sintesi dei contenuti principali del report.

Salute pubblica, TRIPS, brevetti
Il Panel raccomanda ai governi membri della World Trade Organization (WTO) il rispetto e l’implementazione globale della ‘Doha Declaration on TRIPS (WTO Agreement on Trade-Related Aspects of Intellectual Property Rights)’ e delle sue flessibilità, incluse la facilitazione al corretto uso delle ‘licenze coercitive’ e l’applicazione di definizioni rigorose di ‘invenzione’ e ‘brevettabilità’ a tutela della salute pubblica, implicando la concessione di brevetti solo per invenzioni genuine e il rifiuto della pratica di brevetti multipli per minime variazioni.
Il Report richiama all’obbligo di evitare tattiche o strategie minatorie del diritto dei paesi WTO alla fruizione delle flessibilità TRIPS e invita a riferire alla segreteria WTO ogni azione contraria così da consentire l’emanazione di contromisure e sanzioni.
In coerenza, i governi impegnati in negoziati internazionali per finalità commerciali e di investimento devono astenersi dal proporre contenuti interferenti con i loro obblighi al pieno rispetto del diritto alla salute, e invece analizzare e rendere disponibile alla nazione il potenziale impatto sulla salute pubblica degli accordi in corso.
Il Panel insiste che le agenzie delle Nazioni Unite (in particolare UNCTAD, UNDP, WHO, WIPO) esprimano la massima collaborazione fra loro e con WTO ed altri attori chiave per supportare i governi nella applicazione di criteri di brevettabilità consoni all’equo accesso alla salute.

Ricerca con fondi pubblici prioritaria per la salute pubblica
Il report sostiene che le istituzioni universitarie e di ricerca percettrici di finanziamenti pubblici devono privilegiare obiettivi di salute pubblica più che il ritorno economico nelle loro pratiche brevettuali e di licenza. Ciò include l’uso di licenze non esclusive, la donazione dei diritti di proprietà intellettuale, la adesione al sistema ‘patent pools’ e ad altri modelli atti alla massimizzazione congiunta di innovazione e accesso.
Nel merito, il report incita i governi ad accrescere i livelli attuali di investimento in innovazione tecnologica sanitaria per soddisfare necessità a tutt’oggi scoperte.
Ed è fatto appello a tutte le parti di individuare e implementare nuovi modelli di finanziamento per la ricerca e sviluppo in salute pubblica, tra i quali, ma non solo, la tassazione delle transazioni finanziarie.
Il Panel invita ad avviare negoziati in ambito WHO finalizzati ad un Patto cogente in grado di separare i costi di ricerca e sviluppo dal prezzo finale dei farmaci per promuove l’accesso a ‘good health for all’. A integrazione di quanto già in atto, il Patto dovrebbe focalizzare sulle necessità di salute pubblica comprendendo, ma non solo, l’innovazione per le malattie tropicali neglette e la resistenza microbica.

Revisione dei progressi tramite un organo indipendente
È, inoltre, richiesto al Segretario Generale delle Nazioni Unite di costituire un organo indipendente di revisione e monitoraggio dei progressi in innovazione e accesso alle tecnologie sanitarie nell’ambito della U.N. 2030 Agenda. L’organo dovrebbe essere composto da rappresentanti di governi, Nazioni Unite, organizzazioni multilaterali, società civile, università, e settore privato.
Il Segretario Generale è altresì richiesto di nominare una ‘inter-agency taskforce on health technology innovation and access’ per accrescere coerenza fra le entità U.N. e le organizzazioni multilaterali coinvolte, non ultima la WTO.

Ricerca e sviluppo, produzione, prezzi, trasparenza
Il report sostiene che i governi dovrebbero richiedere ai produttori e distributori di tecnologie sanitarie di trasmettere alle autorità di riferimento pertinente informativa, tra cui:
• i costi di ricerca e sviluppo, produzione, marketing e distribuzione.
• ogni fondo pubblico ricevuto per lo sviluppo, inclusi crediti di imposta, sussidii e sovvenzioni.
Nel merito, WHO è sollecitata a stabilire e mantenere un database internazionale accessibile di prezzi di farmaci brevettati, generici e biosimilari nei settori pubblici e privati ovunque registrati.
Quali aspettative?
È stretto dovere delle Nazioni Unite di lavorare con i governi perché si conformino subito agli indirizzi del Panel. Sfortunatamente, poiché le raccomandazioni del report richiamano alla necessità che tutti gli attori si coordino al meglio in termini di collaborazione, responsabilità, coerenza e trasparenza, la percentuale di successo non è al momento prevedibile stando almeno alle realtà correnti su scala mondiale.
Quale fondato ottimismo, infatti, se ad oggi molti farmaci chiave permangono sotto regimi prolungati di tutela brevettuale esacerbati da accordi di libero scambio e da scelte governative volte a trasformare le regole sulla proprietà intellettuale in politiche protettive di interessi di monopolio a spese dell’equo accesso alle medicine ‘salvavita’?
TM

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Report of the UNITED NATIONS SECRETARY-GENERAL’S HIGH-LEVEL PANEL ON ACCESS TO MEDICINES: Promoting innovation and access to health technologies http://www.ip-watch.org/weblog/wp-content/uploads/2016/09/HLP-Access-to-Medicines-Final-Report-Sept-2016.pdf

Press Release: United Nations Secretary-General’s High-Level Panel on Access to Medicines Calls For New Deal to Close the Health Innovation and Access Gap http://www.unsgaccessmeds.org/news-blogs/2016/9/13/united-nations-secretary-generals-high-level-panel-on-access-to-medicines-calls-for-new-deal-to-close-the-health-innovation-and-access-gap

UN Secretary General’s High-Level Panel on Access to Medicines: Frequently Asked Questions http://www.ip-watch.org/weblog/wp-content/uploads/2016/09/UNSG-HLP-FAQ-final.pdf

United Nations High Level Panel on Access to Medicines http://www.unsgaccessmeds.org/#homepage-1

TRIPS Agreement https://www.wto.org/english/tratop_e/trips_e/t_agm0_e.htm

Declaration on the TRIPS Agreement and Public Health https://www.wto.org/english/thewto_e/minist_e/min01_e/mindecl_trips_e.htm

Sustainable Development Goals: 17 goals to transform our world http://www.un.org/sustainabledevelopment/sustainable-development-goals/

Alleged R&D Costs: Not A Transparent Driver Of Drug Prices http://www.ip-watch.org/2016/03/04/alleged-rd-costs-not-a-transparent-driver-of-drug-prices/

Compulsory Licences Needed For Affordable Hepatitis C Innovative Drug Regimens http://www.ip-watch.org/2014/08/05/compulsory-licences-needed-for-affordable-hepatitis-c-innovative-drug-regimens/

Global Health 2035 Report: Flawed Projections http://www.ip-watch.org/2014/01/23/global-health-2035-report-flawed-projections/

UN SDGs Need U-Turn On Governance For Health http://www.ip-watch.org/2015/09/24/un-sdgs-need-u-turn-on-governance-for-health/

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.