Textbook of Global Health

Quarta edizione, Oxford University Press 2017


DANIELE DIONISIO, membro dello European Parliament Working Group on Innovation, Access to Medicines and Poverty-Related Diseases. Responsabile del Progetto Policies for Equitable Access to Health - PEAH. http://www.peah.it/

Achieving health equity is not just a matter of coming up with technical solutions and providing the means to finance them. We have to consider the political landscape and rectify the dysfunctions in global governance that undermine health.

professor OLE PETTER OTTERSEN, rector of Oslo University


Daniele DionisioQuesto libro, collegialmente scritto da* Anne-Emanuelle Birn, Yogan Pillay e Timothy H. Holtz per i tipi della Oxford University Press, fornisce una lungimirante, completa, aggiornata ed equilibrata analisi delle irrisolte problematiche ostacolanti l’accesso equo alla salute su scala mondiale**.
I quattordici capitoli (674 pagine) del libro sono omogeneamente strutturati e includono iniziali domande chiave come base di riflessione, oltre a conclusive sintesi dei principali messaggi trasmessi. Ogni capitolo comprende tavole, riquadri e figure quali strumenti di migliore comprensione e informazione di base nell’interesse dei lettori, siano essi studenti, operatori di settore, politici o attivisti. Nel contempo, paragrafi esemplificativi e casi di studio sparsi nel testo focalizzano con appropriatezza sulle criticità in causa e sulle radicate realtà con cui confrontarsi.
Soffermandosi sulle origini storiche degli squilibri correnti il testo consente ai lettori di meglio comprendere le ragioni alla base delle pervasive discriminazioni in tema di salute.
In sintesi, gli autori sostengono che il rampante neoliberalismo economico globale, con la assoluta liberalizzazione del commercio e la collusione tra corporazioni transnazionali e controparti politiche, sia il diretto responsabile delle ingiustizie sociali e del peggioramento della salute nel mondo. Come gli autori esprimono “the exigencies of market competition and enormous corporate power mean that governments privilege economic priorities and corporate interests over social and environmental needs, even in settings where democratic institutions and decision-making processes are marked by integrity and representativeness”
Il libro documenta che le radici delle iniquità in salute originano da difetti nella sfera politica a livello nazionale e sovranazionale quali, ad esempio, deficit democratico, fiacco senso di responsabilità, rigidità istituzionali, e limitato spazio politico ‘concesso’ alla salute. Questo contesto implica che eque soluzioni per la salute globale dipendano unicamente dalla volontà politica di migliorare l’equità, la coerenza, il coordinamento, la collaborazione, la trasparenza e la responsabilità delle leadership nazionali e internazionali.
Il volume amplia il concetto di salute alla massima trasversalità. Gli autori sottolineano, infatti, che la salute contribuisce (beneficiandone reciprocamente) alla riduzione della povertà e della fame, al miglioramento nutrizionale, alla sicurezza urbana, alla contrazione delle diseguaglianze, al conseguimento di consumi sostenibili, energia pulita, acqua potabile ed igiene pubblica. Così intesa, la salute funge da alleato primario nella lotta ai cambiamenti climatici e per la tutela degli ecosistemi terrestri ed acquatici.
Sfortunatamente, come il libro precisa, le scelte governative correnti, soprattutto nei paesi ricchi, di fatto negano questi principi e spesso adottano politiche favorenti interessi di monopolio a spese dell’accesso equo a cure e trattamenti salvavita nei paesi a risorse limitate.
Al riguardo gli autori evidenziano che, essendo gli incentivi dell’attuale sistema brevettuale spinti dai profitti, la discriminazione maggiore ricade sui paesi a basso reddito privi di mercati profittevoli.
Di seguito alcuni esempi di persistenti conflittualità tra le molte puntualmente analizzate nel testo per il potenziale negativo sulla salute e l’equo accesso ad assistenza, cure e terapie:
• Le politiche creditizie di Fondo Monetario Internazionale, Banca Mondiale e Commissione Europea permangono sotto accusa per l’influenza indiretta sulla contrazione della spesa pubblica per la salute nei paesi percettori di prestiti.
• Dilaganti misure iperprotettive dei diritti di proprietà intellettuale (eccedenti le richieste dell’Organizzazione Mondiale del Commercio) continuano a minacciare l’equo accesso alla salute delle fasce marginalizzate.
• Le multinazionali farmaceutiche insistono nelle azioni di lobby sui governi al fine di scongiurare ogni legge che le obblighi a rivelare i costi reali di ricerca e sviluppo dei loro prodotti e il razionale degli esosi prezzi applicati.
• Accaparramento di terre ed espropri, espressivi di politiche neo-colonialiste altresì mirate al business dei biocarburanti, sono in crescita in Africa e altrove sotto compiacenti governi e diffusa corruzione.
• Politiche neo-liberali di dismissione delle riserve alimentari pubbliche, contrazione degli investimenti per la produzione agricola e riduzione dei dazi sulle importazioni alimentari condizionano pesantemente la capacità dei paesi poveri di ‘nutrire sé stessi’.
• L’estesa minaccia alla salute rappresentata dall’incontrollato scarico di rifiuti dai paesi ricchi a quelli poveri continua a prosperare nella diseguaglianza socio-economica.
• Nel contempo, governi, compagnie e istituzioni internazionali permangono in colpevole arretrato circa la dismissione delle fonti energetiche fossili in ordine all’improcrastinabile tutela climatica e ambientale.
Le circostanze accennate inducono gli autori ad affermare che le conseguenze sulla salute gravano principalmente su quanti sono esclusi dal potere politico e decisionale, mentre i potenti intascano lauti profitti.
Contestualmente il libro chiede che i governi affrontino il neoliberalismo globale con appropriatezza tale da assicurare alle popolazioni eguali benefici in salute su base equa, anteponendo la salute pubblica ad ogni interesse politico o commerciale. Al riguardo, alcune raccomandazioni per la leadership su scala mondiale emergono dai contenuti e dall’ideologia del volume. Le ‘ricette’ configurano un insieme di politiche inter-settoriali che i singoli governi dovrebbero applicare per conseguire obiettivi di salute globale attraverso l’armonizzazione del diritto alla salute con il sistema brevettuale e le regole del commercio.

 

PER APPROFONDIRE
• Review: Textbook of Global Health, Fourth Edition, Oxford University Press 2017
 http://www.peah.it/2017/05/featuring-textbook-of-global-health-fourth-edition-oxford-university-press-2017/


*Author information
Anne-Emanuelle Birn is Professor of Critical Development Studies (UTSC) and Social and Behavioural Health Sciences (Dalla Lana School of Public Health) at the University of Toronto, where she served as Canada Research Chair in International Health from 2003 to 2013.
Yogan Pillay is Deputy Director General for HIV, Tuberculosis, and Maternal, Newborn, and Child Health Programmes in the National Department of Health, South Africa.
Timothy H. Holtz is an Adjunct Associate Professor of Global Health at the Rollins School of Public Health at Emory University.

** Table of contents
Preface: Why Global Health?
Acknowledgements

1. The Historical Origins of Modern International Health
• Antecedents of Modern International Health: Black Death, Colonial Conquest, and the Atlantic Slave Trade
• Health, the Tropics, and the Imperial System
• Industrialization, Urbanization, and the Emergence of Modern Public Health
• The Making of International Health
• International Health Institution-Building: The LNHO and the Inter-War Years
• Conclusion

2. Between International and Global Health: Contextualizing the Present
• The Post-World War II International (Health) Order
• The Rise of the WHO and “Third World” Development
• Straddling International and Global Health
• Conclusion

3. Political Economy of Health and Development
• Political Economy of Health (and Development)
• Political Economy of Development (and Health)
• Recent Development and Global Health Approaches
• Conclusion: What Does a Political Economy Approach Bring to the Global Health Arena?

4. Global Health Actors and Activities
• Snapshot of Global Health Actors, Agencies, and Programs
• Political Economy of Global Health Actors and Activities
• Conclusion
5. Data on Health: What Do We Know, What Do We Need to Know, and Why Does it Matter
• Why Health Data Matter
• Types of Health Data
• Conclusion

6. Epidemiologic Profiles of Global Health and Disease
• Leading Causes of Morbidity and Mortality Across Societies and the Life Cycle
• Epidemiology and the Political Economy of Disease
• Conclusion

7. Health Equity and the Societal Determinants of Health
• Social Determinants/Determinants of Health: What Makes the Underlying Determinants of Health Societal as Opposed to Individual
• Operationalizing Political Economy of Health through SDOH
• Understanding Health Inequities
• From Political, Economic, Social, and Historical Context to Population Health and Health Inequities: Pathways and Possibilities
• Societal Governance and Social Policies
• From Living Conditions to Embodied Influences
• Addressing Health Inequities and the Social Determinants of Health

8. Health under Crises and the Limits to Humanitarianism
• “Ecological Disasters” and Their Implications
• Famine and Food Aid
• War, Militarism, and Public Health
• Refugees and IDPs: Numbers, Types, Places
• Complex Humanitarian Emergencies
• Political Economy of Disasters and CHEs: Where Does Humanitarianism Fit In?
• Conclusion

9. Globalization, Trade, Work and Health
• Globalization and Its (Dis)contents
• Health Effects of Neo-liberal Globalization
• Work and Occupational Health and Safety Across the World
• Signs of Hope for the Future: Resistance to Neoliberal Globalization
• Conclusion
10. Health and the Environment
• Framing Environmental Health Problems: the Motors and Drivers
• Health Problems and Environmental Problems and Vice Versa
• Climate Change
• What Is to Be Done? Multiple Layers of Change
• Conclusion
11. Understanding and Organizing Health Care Systems
• Principles of Health Systems
• Health Systems Archetypes
• Primary Health Care, Its Renewal and the Turn to Universal Coverage
• Health System Reform
• Building Blocks of a Health System
• Conclusion

12. Health Economics and the Politics of Health Financing
• Health Economics: A Snapshot
• Health Care Financing Redux
• Cost Analyses in the Health Sector
• Market Approaches to Health in LMICs
• The Role of International Agencies in Health Care Financing
• Contrasting Approaches to Investing for Health
• Conclusion

13. Building Healthy Societies: From Ideas to Action
• What Constitutes Success in Global Health
• Vertical Health Programs and Global Health Interventions: Successes and Limitations
• Health Societies: Case Studies
• Healthy Public Policy: Health Promotion, Healthy Cities, and Emerging Frameworks
• Conclusion: The Making of Healthy Societies

14. Social Justice Approaches to Global Health
• Recapping the Global Health Arena: Dominant Approaches, Ongoing Challenges, and
• Points of Inspiration
• A Social Justice Approach to Practicing Health: Individuals, Organizations, and the
• Logic of the World Order
• Conclusion: What Is To Be Done?

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.