MEDICI E MORBILLO

Negli ultimi tempi i giornali hanno dato ampio spazio alla comparsa nella provincia di Firenze di alcuni casi di morbillo in numero superiore all’atteso. Alla notizia che alcuni medici e un’ostetrica erano tra questi casi è stata data particolare enfasi, il che aveva posto il problema al Dipartimento Prevenzione della Asl di effettuare un’inchiesta epidemiologica e di valutare l’esposizione di tutti coloro che avevano avuto contatto con questi pazienti.
L’Assessore alla Sanità ha dichiarato alla stampa che avrebbe invitato le Aziende Sanitarie a convincere gli operatori sanitari a sottoporsi alla vaccinazione. È un consiglio del tutto condivisibile, in quanto i medici e gli altri professionisti sanitari possono contagiare persone che si trovano in particolari condizioni morbose. La tendenza di molti medici a sottovalutare la vaccinazione per loro stessi è in effetti contraddittoria e dovrebbe essere superata.