LA CORTE EUROPEA SULLA PUBBLICITÀ DEGLI ODONTOIATRI

La Corte di Giustizia Europea è intervenuta sul caso di un dentista belga, sottoposto nel suo Paese a procedimento penale per aver violato la legge belga che vieta in modo generale ed assoluto ai dentisti di farsi pubblicità. L’odontoiatra infatti aveva aperto un sito internet dove illustrava la sua attività e aveva acquistato spazi pubblicitari su quotidiani locali. La Corte Europea innanzitutto ha ricordato che le restrizioni agli strumenti pubblicitari e informativi (e quindi alla libera concorrenza) sono possibili, ma in misura proporzionale ed adeguata al bene primario (la salute) che si vuole proteggere. Ad esempio, l’utilizzo intensivo di pubblicità o la scelta di messaggi promozionali aggressivi, addirittura tali da indurre in errore i pazienti, sono certamente comportamenti da vietare perché potenzialmente pregiudizievoli per la salute dei cittadini e per la dignità della professione odontoiatrica. D’altro canto, però, un divieto generale ed assoluto a qualunque forma di pubblicità è una limitazione eccessiva e non giustificata alla libera concorrenza, perché andrebbe a penalizzare anche le forme di informazione sanitaria corrette. In conclusione, la legge belga, così fortemente restrittiva, è illegittima perché contrasta con i Trattati Europei. Gli Stati nazionali possono, quindi, stabilire restrizioni e limiti alla pubblicità dei professionisti sanitari, purché tali limiti siano proporzionati e non eccessivi.

In Evidenza

Si informano i lettori di Toscana Medica che sarà di prossima pubblicazione un forum dal titolo “LA FRAGILITA’ OSSEA: UN PROBLEMA CHE POSSIAMO AFFRONTARE MEGLIO”. Si ringrazia la

lilly

per il proprio contributo non condizionante.

Invia un articolo

INVIA UN ARTICOLO

Scarica PDFSCARICA LA VERSIONE PDF DEI BOLLETTINI MENSILI

CERCA ARTICOLI

newsACCEDI AL NOTIZIARIO

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.