CIRCOLARE FIMP NAZIONALE

Molti pediatri di famiglia si trovano di fronte a genitori che per i loro figli richiedono con determinazione una lunga lista di esami finalizzati alla verifica di pregresse malattie suscettibili di vaccinazione obbligatoria e/o di accertamenti che, a loro dire, dovrebbero provare la competenza immunitaria per tollerare le vaccinazioni.  A volte si affidano a pesanti lettere raccomandate con minaccia di denuncia all’Ordine dei Medici o alla Magistratura. La Fimp ha già informato gli iscritti che a tali richieste il pediatra di libera scelta deve rispondere con determinazione come queste prescrizioni NON SIANO DOVUTE; salvo che in base alla conoscenza clinica dell'assistito ne condivida l'utilità, ma non necessariamente per tutta la lunga lista degli esami, che vengono richiesti. Devo anche informarvi che qualora qualcuno di voi decida di assecondare le richieste per quieto vivere o timore di imprevedibili conseguenze (sbagliando sul merito e abdicando al proprio ruolo di unico decisore sulle necessità assistenziali, se pur nell'ambito di un complesso rapporto relazionale con i propri assistiti), la prescrizione su ricettario regionale si presta a rivalsa sui costi imputabili al professionista da parte della Corte dei Conti, perché ritenuta impropria.
Appena ci saranno ulteriori notizie sarà mia cura informarvi ma nel frattempo vi raccomando di esercitare fermezza e consapevolezza nelle vostre decisioni, non facendovi intimorire o strumentalizzare di fronte ad una legge che vi tutela.
La Presidenza Nazionale Fimp

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.