Mai il medico in farmacia. O no?

Da sempre, per la precisione dal Regio Decreto n. 1706 del 1938, vige il divieto per il medico di lavorare in farmacia, essendo le due professioni, di medico e di farmacista, assolutamente incompatibili, tanto che lo stesso Regio Decreto prevede che gli ambulatori medici devono avere un ingresso diverso e separato da quello della farmacia, con la quale non deve sussistere alcuna forma di comunicazione. Adesso il Consiglio di Stato, con una sentenza del luglio scorso, prevede una sorta di “attenuazione” di tale assoluto divieto. Tutto nasce dalla legge 153/2009 che consente alle farmacie di aderire ai programmi di educazione sanitaria e alle campagne di prevenzione organizzate a livello nazionale o regionale contro le principali patologie a forte impatto sociale. Sulla base di tale possibilità, il Consiglio di Stato ritiene che la farmacia che aderisce a tali campagne informative possa legittimamente ospitare nei propri locali un medico che fornisca ai cittadini informazioni e consigli per contrastare e prevenire la malattia oggetto della campagna educativa. Ovviamente l’attività del medico deve limitarsi a questo (educazione alla prevenzione) e non può diventare “attività clinica” (che ricadrebbe nel divieto di commistione fra farmacia e studio medico), ma entro questi limiti l’attività del medico in farmacia non è più così “tabù” com’era sempre stata considerata.

In Evidenza

Si informano i lettori di Toscana Medica che sarà di prossima pubblicazione un forum dal titolo “LA FRAGILITA’ OSSEA: UN PROBLEMA CHE POSSIAMO AFFRONTARE MEGLIO”. Si ringrazia la

lilly

per il proprio contributo non condizionante.

Invia un articolo

INVIA UN ARTICOLO

Scarica PDFSCARICA LA VERSIONE PDF DEI BOLLETTINI MENSILI

CERCA ARTICOLI

newsACCEDI AL NOTIZIARIO

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.