I PALEOPATOLOGI DELL’UNIVERSITÀ DI PISA SCOPRONO IL PIÙ ANTICO TUMORE OSSEO AD OGGI CONOSCIUTO

Pubblicata su Lancet Oncology, la scoperta si riferisce ad un osteoblastoma del seno frontale rinvenuto in uno scheletro del X-XII secolo proveniente dal cimitero medievale della Pieve di Pava in provincia di Siena. Grazie a sofisticate tecniche di indagine i ricercatori coordinati dalla professoressa Valentina Giuffra hanno chiarito che la piccola neoformazione ovalare all’interno del seno frontale destro di uno scheletro di un individuo di sesso maschile di circa 25-35 anni era proprio un osteoblastoma, neoplasia che predilige per lo più la colonna vertebrale e le ossa lunga rappresentando la localizzazione intracranica un reperto assolutamente inconsueto.

Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l'informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.