IDENTITà DI GENERE: LA TOSCANA, PRIMA IN ITALIA, ISTITUISCE IL CENTRO DI COORDINAMENTO REGIONALE

Il 20 luglio u.s. una Delibera della Giunta Regionale ha istituito il Centro di coordinamento regionale per le problematiche relative all’identità di genere (C.R.I.G.) la cui gestione complessiva è stata affidata alla SOD Medicina della Sessualità e Andrologia dell’AOU Careggi, mentre per la parte chirurgica sono stati chiamati in causa i professionisti dell’Urologia 2 dell’AOU Pisana. “La disforia di genere – dice Mario Maggi, Ordinario di Endocrinologia dell’Università di Firenze – è un fenomeno estremamente complesso che soprattutto in età giovanile può essere accompagnato da importanti problematiche psicologiche e psicopatologiche, dall’abuso di sostanze e da un aumento significativo del rischio suicidario”. Il C.R.I.G., prima esperienza del genere in Italia, si caratterizzerà per un’azione di coordinamento a livello regionale tra i diversi servizi e attività impegnati nell’assistenza a questi pazienti con iniziative di formazione, informazione, diagnosi, supporto psicologico e counseling in ambito psichiatrico e psicologico, endocrinologico, andrologico, urologico, ginecologico, chirurgico generale e plastico, ORL, foniatrico, dermatologico.