IN AUMENTO I CASI DI ICTUS NELLA POPOLAZIONE PIU' GIOVANE

Stampa

L’allarme è stato lanciato in occasione della recente “Settimana del Cervello” organizzata dalla Società Italiana di Neurologia. Anche se la possibilità di essere colpiti da un ictus cerebrale aumenta con l’età, in Italia si stima che ogni anno circa 12.000 soggetti al di sotto dei 55 anni di vita presentino questa condizione. Il risalto mediatico di considerazione è stato tra l’altro amplificato anche dalla morte a 52 anni del celebre attore Luke Perry causata verosimilmente da un evento emorragico cerebrale.

L’ictus nei soggetti di giovane età assume anche un’importanza considerevole dal punto di vista “economico” oltre che medico, visto che vengono a essere colpiti individui per lo più ancora in attività lavorativa.

Consumo eccessivo di droghe e alcol è alla base di questo aumento di patologia, con particolare rilevanza dell’abuso alcolico nella patogenesi degli episodi a livello cerebrale di natura sia ischemica che emorragica.

Tags: